Il Neuromarketing

Il Neuromarketing è una nuova disciplina emergente che unisce diverse aree scientifiche come il marketing, la neurologia e la psicologia.  Studia i meccanismi cerebrali e i comportamenti irrazionali ed inconsci dei consumatori durante il processo d’acquisto.

Il neuromarketing attraverso vari strumenti e metodi (Eye Tracking, Elettroencefalografia, fMRI, Facial coding) cerca di dare una comprensione più profonda e dettagliata delle emozioni che portano gli utenti a fare determinate scelte, inoltre misura gli stimoli psicofisici dei consumatori, nel momento in cui vengono a contatto con un determinato brand, prodotto o con uno dei suoi canali di comunicazione.

Questa nuova disciplina, attraverso le comunicazioni pubblicitarie, vuole arrivare direttamente al cervello (responsabile della presa di decisione del consumatore). I processi d’acquisto per quanto inconsapevoli o automatici sono determinati e regolati dalle emozioni e dalle sensazioni.

Le emozioni sono reazioni a uno stimolo e il cervello le associa a un’esperienza vissuta. Quindi, durante un processo decisionale , la nostra mente richiama le emozioni archiviate e consente di attuare una scelta.

Il Neuromarketing nel settore Food

Il settore alimentare è uno fra i più competitivi, soprattutto perché ogni consumatore dispone di molte informazioni per valutare quale prodotto sia il più adatto alle proprie esigenze. Per questo l’utilizzo del neuromarketing può aiutare a creare un prodotto, più in linea con i bisogni espressi e non, del cliente, favorendone la fidelizzazione.

Il mercato dell’alimentazione, che fa fortemente leva sul consumo dei prodotti ad uso quotidiano, ha visto un cambiamento di tipo concettuale per quanto concerne la considerazione dei prodotti alimentari. Se prima questi erano visti come un prodotto per soddisfare un bisogno primario, ora hanno acquisito un valore emotivo ed esperienzale, in pratica il mangiare si è trasformato in un’esperienza da vivere.

Tutti gli elementi che sono connessi al prodotto, influenzano la connotazione che i consumatori danno ad un certo prodotto. 

Studi dimostrano che la vista può alterare la percezione gustativa, e quindi alterare le scelte di acquisto. Per questo motivo l’uso di un determinato colore può contribuire ad influenzare il modo con cui il consumatore si relaziona al prodotto. 

Ogni colore ha la propria identità ed incrementa del 80 % la brand recognition, inoltre riesce ad influenzare anche il budget che i clienti sono disposti a pagare per avere un determinato prodotto.

I colori più utilizzati nel settore food

  • Giallo, un colore potente che simboleggia ottimismo e che trasmette al pubblico una grande sicurezza. Si utilizza soprattutto per attirare l’attenzione verso le vetrine.
  • Verde il colore per eccellenza che simboleggia la natura, molto utilizzato per sottolineare l’ecosostenibilità e la sana alimentazione.
  • Rosso rappresenta l’energia e la passione. Il colore più utilizzato per ottenere l’attenzione e trattenere più a lungo il cliente. Inoltre studi dimostrano che il rosso produce un effetto stimolante ed eccitante.
  • Nero è il colore che rappresenta l’eleganza, il lusso e la raffinatezza, utilizzato per rappresentare prodotti esclusivi (Limited Edition)
  • Blu trasmette al consumatore finale fiducia e sicurezza, si utilizza per stimolare emozioni positive al cliente.

MARE APERTO: la nuova Brand Positioning

Un nuovo logo, un nuovo colore, un nuovo packaging. Una risposta alla presa di coscienza, sempre più in aumento, di tutti gli aspetti relazionati con la salute e la trasparenza degli ingredienti, facendone, della lista stessa, la denominazione del prodotto.

NUOVO LOGO: Il logo è stato reso più elegante ed essenziale nelle linee.

NUOVI COLORI:  Il restyling del packaging tende ad elevare la marca ad un livello più alto agli occhi del consumatore, anche in termini di tonalità di colore utilizzate.

ICONE: Viene fatto ampio uso delle icone per evidenziare i plus dei singoli prodotti in modo più chiaro e immediato.

APPROCCIO CLEAN LABEL: La lista degli ingredienti sul retro viene utilizzata come denominazione del prodotto sul fronte.

GAMMA PRODOTTI: Tutta la gamma viene rinforzata con l’aggiunta della certificazione Friend of the Sea e vengono introdotte anche referenze a base di tonno pescato a canna certificato MSC. La scelta si amplia, comprendendo l’olio extra vergine di oliva biologico e in alcuni casi viene utilizzato meno olio, per evitare gli sprechi. Il tonno al naturale è l’unico sul mercato proposto in acqua minerale. Tutto il cartoncino che riveste le lattine è certificato FSC, ovvero proveniente da foreste gestite responsabilmente.

Scopri di più sul nuovo posizionamento

Kimberly GallardoComunicazione e Marketing | Bucci srl

Leggi tutte le Weekly Pill!

it_IT